Balbuzie: informazioni, consigli e trattamento Oggi è: 11/12/2018
Site Map
Presidente
Collaborazioni
Forum su balbuzie
Newsletter
Mantieniti sempre aggiornato su tutte le ultime novità iscrivendoti gratuitamente alla newsletter balbuzie.
- I nuovi orizzonti
Diminuisci carattereDimensione carattere Aumenta carattere

I nuovi orizzonti


Oggi la tendenza è quella di integrare le tecniche foniche con un approccio relazionale. Il problema comincia a sorgere infatti quando ci si fa prendere dall’ansia, dovuta ad una figura autoritaria, ad eloqui improvvisi, a vicende emozionanti. In questi casi, accade che i muscoli facciali e del collo si irrigidiscono, per cui, non avendo la possibilità di controllo sul nostro corpo (che risulta infatti come pietrificato) appariranno i blocchi, impossibilitando una corretta fonazione. L’eloquio sarà il risultato di tentativi repentini di “eliminare la parola”, di “buttarla fuori”: si generano così gli spasmi, che possono essere impercettibili o molto visibili a seconda del caso. Per porre rimedio a ciò è necessario agire, unitamente alla cura ortofonica, con un lavoro di “desensibilizzazione”. Ogni situazione può essere rappresentata da una scala di emozionabilità soggettiva. Bisogna agire dopo una fase di sblocco iniziale, in modo da rivoluzionare questa sensibilità alle emozioni. Si arriva così ad acquisire una emozionabilità più simile a quella dei normoloquenti, meno condizionata dai vissuti precedenti. Risulterà così normalizzata, oltre alla parlata, anche la capacità di emozione, la sensibilità agli eventi quotidiani. Solo allora potremo dire di aver effettuato una rieducazione completa ed efficace.

© Vivere Senza Balbuzie
17/01/2007

  Torna all'elenco degli approfondimenti sulla balbuzie

 
Home | Attivitá | Corsi | La Balbuzie | Balbuzie infantile | Approfondimenti | In evidenza | Testimonianze | Centro Balbuzie | Contatti | SiteMap

© 2017-2020 Vivere Senza Balbuzie - P.I.01527270894   Tutto il materiale contenuto nel sito è coperto da diritti d'autore

Privacy Policy