Balbuzie: informazioni, consigli e trattamento Oggi è: 24/06/2017
Site Map
Presidente
Collaborazioni
Forum su balbuzie
Newsletter
Mantieniti sempre aggiornato su tutte le ultime novità iscrivendoti gratuitamente alla newsletter balbuzie.
Balbuzie?
Un problema frequente!

Mosè, Aristotele, Cicerone, Papa Pio XII, Re Giorgio VI, Manzoni, Marilyn Monroe

...avevano molto in comune:
erano tutti balbuzienti!
Diminuisci carattereDimensione carattere Aumenta carattere

  Rieducare la balbuzie

Oggi la tendenza è quella di integrare le tecniche foniche con un approccio relazionale. Il problema comincia a sorgere infatti quando ci si fa prendere dall'ansia, dovuta ad una figura autoritaria, ad eloqui improvvisi, a vicende emozionanti. In questi casi, accade che i muscoli facciali e del collo si irrigidiscono, per cui, non avendo la possibilità di controllo sul nostro corpo (che risulta infatti come pietrificato) appariranno i blocchi, impossibilitando una corretta fonazione. L'eloquio sarà il risultato di tentativi repentini di “eliminare la parola”, di “buttarla fuori”: si generano così gli spasmi, che possono essere impercettibili o molto visibili a seconda del caso. Per porre rimedio a ciò è necessario agire, unitamente alla cura ortofonica, con un lavoro di “desensibilizzazione”. Ogni situazione può essere rappresentata da una scala di emozionabilità soggettiva. Bisogna agire dopo una fase di sblocco iniziale, in modo da rivoluzionare questa sensibilità alle emozioni. Si arriva così ad acquisire una emozionabilità più simile a quella dei normoloquenti, meno condizionata dai vissuti precedenti. Risulterà così normalizzata, oltre alla parlata, anche la capacità di emozione, la sensibilità agli eventi quotidiani. Solo allora potremo dire di aver effettuato una rieducazione completa ed efficace.

Attualmente l'approccio FONETICO-RELAZIONALE restituisce risultati all'avanguardia poiché è un metodo che si è evoluto sul balbuziente (non sulle teorie!) nell'arco di tanti anni di attività. Foto corsoLa balbuzie non è una malattia, per cui non va medicalizzata, va affrontata con mezzi naturali insieme a chi conosce il problema dal suo interno. E' per questo che si utilizza come corpo docente solo balbuzienti rieducati con il supporto esterno di specialisti della rieducazione finalizzando i corsi ad un solo obiettivo: ELIMINARE LA BALBUZIE.

I corsi sono svolti dal Centro "PerLaParola" di cui il Prof. Galazzo è Responsabile Didattico.

Il docente - terapeuta - affiderà tutta la rieducazione all'esempio fonico, con articolazioni perfette, che siano ben leggibili sulla bocca, lente, con tempi d'uscita: l' Ortofonia. La parte fonetica del metodo prende le basi proprio dall'Ortofonia (suono esatto) applicata con un'emissione graduale che dosa l'aria e allontana gli inceppi.

Questo modello di rieducazione sarà psicologicamente e pedagogicamente impostato sull'imitazione, evitando l'imposizione e la ripetizione non sentita interiormente.

Le premesse preliminari e fondamentali alla base dei nostri successi sono:

• Il rapporto di fiducia tra balbuziente e terapeuta

• Comprensibilità e semplicità del metodo proposto

• La Passione come motore di ogni attività

• Assistenza totale fino al raggiungimento dell'obiettivo

Per quanto riguarda il rapporto di fiducia, il balbuziente deve sentirsi compreso e tutelato. È il soggetto stesso che giudica la funzionalità della terapia propostagli per la soluzione del Suo problema, poiché se mancasse la valutazione della funzionalità e la relativa fiducia, mancherebbe anche la partecipazione attiva del balbuziente.

Leggi anche la pagina relativa ai Corsi PerLaParola

  Obiettivi

E' nell' intento dell' Associazione:

  • Informare l'opinione pubblica, medici di base, logopedisti, operatori scolastici anche attraverso il sito internet

  • Favorire la Ricerca Scientifica partecipando alla realizzazione di lavori di ricerca sulla balbuzie in collaborazione con le università

  • Promuovere e coordinare i gruppi di incontro grazie alla collaborazione con il Centro "PerLaParola"

  • Organizzare Conferenze informative per docenti e familiari



La DISINFORMAZIONE e i PREGIUDIZI impediscono a molti di ricevere la cura efficace, che oggi esiste.  



  Ricerca scientifica

RicercaL'Associazione partecipa alla realizzazione di lavori di ricerca sulla balbuzie. E' stata sviluppata una tesi di laurea all'Università di Torino in cui si dimostrano le affinità tra psicodramma e la terapia fonetico-relazionale che l'Associazione promuove insieme al Centro PerLaParola. Di recente è stata fatta una tesi di laurea all'Università di Milano dove si dimostrano le basi pedagogiche della metodologia in questione.


Offriamo quindi, la possibilità di collaborazione per tesi di laurea e progetti di ricerca sulla balbuzie, sia con le università che con laureandi di ogni Facoltà o Ateneo. Disponiamo di un'amplia biblioteca che vanta scritti rari sulla balbuzie e sulle cure proposte in passato. La collaborazione è effettuata gratuitamente. L'Associazione dopo aver analizzato la richiesta si riserva di poter accettare o meno l'incarico.

  Questionario

Ogni domanda, pur nella sua semplicità, propone riflessioni sulle dinamiche in ombra del problema balbuzie.

A puro scopo di ricerca, ti invito a inviarmi una e-mail con le tue risposte alle domande. Io mi impegno a riscontrare la tua e-mail. Le tue risposte saranno il tuo contributo perché andranno a integrare il patrimonio conoscitivo sul problema, nell'impegno dell'Associazione di adoperarsi per tentare di dissolvere quell' alone di disinformazione creatosi attorno al problema in Italia e sopratutto al Sud. Questionario:

1. Quando hai iniziato a balbettare? Sai perché?
2. Cosa ne pensi del problema.come lo spiegheresti a parole tue?
3. Perché chi balbetta si fa tanti problemi?
4. Cosa ci vuole secondo te per parlare bene?
5. La balbuzie è anche un problema comportamentale.ti modifica il carattere?
6. "Mentalità da balbuziente" cosa significa?
7. Cosa vedevi negli occhi degli altri quando ti bloccavi?
8. Saresti una persona diversa senza la balbuzie?
9. Una tua riflessione libera.

  Formazione

FormazioneSi organizzano corsi di formazione per diventare istruttori, indirizzati esclusivamente ai ragazzi più meritevoli all'interno dei nostri gruppi di incontro. Si tratta di persone dotate di un'adeguata cultura che, avendo risolto il proprio problema, vogliono mettersi a disposizione degli altri con passione.

 
Home | Attivitá | Corsi | La Balbuzie | Balbuzie infantile | Approfondimenti | In evidenza | Testimonianze | Centro Balbuzie | Contatti | SiteMap

© 2005-2011 Vivere Senza Balbuzie - P.I.01527270894   Tutto il materiale contenuto nel sito è coperto da diritti d'autore

Privacy Policy